sabato 20 ottobre 2007

GNOCCHI DI ZUCCA


“Siamo una parte di tutto ciò che abbiamo incontrato sulla nostra strada.”

Così, dopo tante vicissitudini, anche tre sorelle come noi, così diverse per carattere e passioni, abbiamo deciso di unirci per amore della cucina e condividere le nostre ricette con chi ha voglia di seguirci e di provarle con noi. Saranno ricette nuove, internazionali, ma anche quelle tradizionali, a volte le solite, ma con un tocco in più.


INGREDIENTI PER 2 PERSONE:

  • 300 gr ca. di zucca

  • 1 uovo
  • noce moscata
  • farina q.b.
  • sale
  • Per il sugo: burro fuso, salvia, formaggio grana grattuggiato

Pelare e lessare a vapore la zucca tagliata a tocchetti. Una volta cotta, schiacciarla con lo schicciapatatee lasciarla intiepidire. Salare ed aggiungere l'uovo e la noce moscata grattuggiata.

Amalgamare l'impasto con un cucchiaio aggiungendo poco alla volta la farina finché il composto risulta morbido ma non appiccicoso. Con un cucchiaio fare delle piccole palline e metterle a cuocere in acqua bollente. Scolare quando gli gnocchi salgono in superficie.
Servire con burro fuso, salvia e una spolveratina di grana grattuggiato.

Varianti:

COTTURA: tagliare la zucca pezzi e cuocerla con i dito di acqua nella teglia in forno ventilato a 180° per circa 15 minuti.

VARIANTE CARNICO-FRIULANA: servire gli gnocchi con burro fuso e ricotta affumicata a scaglie.


SPETTACOLO DIVINO

Con questo piatto vi consigliamo:
PINOT BIANCO “VORBERG” CANTINA TERLANO-KELLEREI TERLAN (Alto Adige-Südtirol)

http://www.kellerei-terlan.com/


Il vino è ottenuto da uve Pinot bianco al 100%, l’area di coltivazione è circoscritta, che fa del vino un “cru” da cui prende il nome: “Vorberg”. Il terreno di coltivazione della vite è di natura sabbiosa derivante dallo sgretolamento del porfido, questa particolarità trasmette al vino la naturale salinità che lo contraddistingue.
La complessità e la struttura sono amplificate dalla vinificazione nel legno, la fermentazione viene infatti effettuata in grandi botti di rovere a temperatura controllata, al termine di questa si ha la fermentazione malolattica per togliere spigolosità al complesso acidico del vino. La maturazione sui lieviti per 12 mesi ne completa l’affinamento.
La contrapposizione fra le note dolciastre della zucca e l’acidità del Pinot bianco “Vorberg” rendono l’abbinamento suadente, la complessità del gusto ben si sposa con le note speziate della noce moscata contenuta nell’impasto.

NOTE TECNICHE SUL VINO
Di colore giallo con sfumature verdoline e dal bouquet intenso e fruttato di mele mature, speziato con leggero sentore di legno.
Al gusto risulta equilibrato, corposo, con l’acidità ben integrata, lungo retrogusto.

Gradazione alcolica: 13 % vol. Temperatura di serv.: 12-14 ºC Conservabilità: 8-10 anni

5 commenti:

Damiano lo switzero ha detto...

Garantisco personalmente sulla bontà della ricetta: mangiati oggi a pranzo ;-)
Aspetto le prossime ricette con l'acquolina in bocca.

Luca ha detto...

e finalmente parte quest'avventura COOLinaria...sono fiducioso per come queste ragazze sapranno combinare "regionalità" ed "internazionalità"! In bocca al lupo

Corinne ha detto...

Stiamo provando ora a fare questi gnocchi...umh...non vedo l'ora di mangiarli...vedremo se sarò brava come voi...

Corinne ha detto...

Beh diciamo che l'aspetto non era proprio come quello delle vostre foto ma erano buonissimi...un bacio mariiiiii

Zirela Blog ha detto...

Ciao Corinne!
Che bello leggerti dal nostro blog! Sono contenta che gli gnocchi siano risultati buoni e poi con la pratica risulteranno sempre più belli.
Grazie mille dei commenti.. un bacione anche a te!
Mary