sabato 20 giugno 2009

WÄHE + CHINAGARTEN

Qui ultimamente il brutto tempo ed i temporali minacciano ogni giorno di sole, quindi grandi gite fuori porta non se ne possono pianificare... Ma dove andare per una gitarella un pochino più ridotta? È stata una bella sorpresa quando Damianito, dopo qualche ricerca in internet, mi ha comunicato che saremmo andati al Chinagarten a Zurigo.

Questo giardino è un regalo di Kunming, città cinese gemellata con Zurigo, come ringraziamento per l'aiuto tecnico e scientifico, ricevuto in occasione della costruzione della rete idrica della città cinese. Giardinieri e artigiani svizzeri e cinesi hanno lavorato alla costruzione questo giardino per sei mesi (maggio-ottobre 1993).

Entrando si passa attraverso il "muro", lasciandosi alle spalle il mondo esterno, profano.


E in effetti è così, passeggiare per i sentieri e fare qualche pausa nei vari "gazebo" ci fa entrare in un'altra atmosfera. Si sale sulla collina, ai cui piedi c'è il laghetto, poi si passa al prossimo "gazebo" attraverso il ponte ad arco e a zig-zag.





Il ponte a zig-zag è una sorta di caccia-spiriti: gli spirti maligni sanno solo camminare in linea retta e quindi non ci possono seguire su questo ponte. :)



Ci si rilassa qui e là e alla fine si può anche fare un buonissimo spuntino original al take-away. Dico original, perché il cuoco cinese è davvero speciale, cucina benissimo e molto velocemente. Ed il fatto che parli a stento il tedesco in qualche maniera mi rassicura sull'autenticità del prodotto.


Tornati a casa, visto che siamo in epoca estiva, niente più fritti cinesi ma una buona e verace Wähe svizzera. Si tratta di una semplice torta di frutta che si può mangiare tiepida o fredda.


Ingredienti per una torta (tortiera dal diametro di 28 cm):

  • un rotolo di pasta per crostate già spianata
  • 1/2 pugno di mandorle a scaglie
  • 1/2 pugno di pistacchi sbriciolati
  • 4 albicocche
  • 8 prugne
  • 1 dl di panna
  • 1 dl di latte
  • 2 uova
  • 2-3 cucchiai di zucchero
  • 1 cucchiaino di zucchero vanigliato

Riscaldare il forno a 220°C. Stendere la pasta nella tortiera, precedentemente foderata con la carta forno, ripiegando i bordi in eccesso. Spolverare il fondo con le mandorle a scaglie e i pistacchi sbriciolati.


Privare le albicocche e le prugne dal nocciolo, tagliarle a spicchi e posizionarle sul fondo della torta. [Per rendere la torta più "svizzera", ho anche sistemato la frutta simulando la bandiera nazionale!! :) ] Infornare così per circa 15-20 minuti.


Nel frattempo mescolare in una terrina tutti gli ingredienti rimasti. Togliere la torta dal forno e versarci il composto di uova, latte, panna, zucchero e zucchero vanigliato.


Infornare per altri 15-20 minuti, finché avrà raggiunto un colore dorato. Servire tiepida o fredda.

6 commenti:

cannella ha detto...

Bello il giardino! La ricetta invece oggi non la posso copiare, perché la frutta fresca non la posso mangiare, ma aspetto fiduciosa la vostra prossima produzione culinaria. Un abbraccio

Mirtilla ha detto...

che spettacolo!!!
grazie mille per le favolose immaggini ;)

Zirela Blog ha detto...

@Cannella: grazie di essere passat ugualmente, mi dispiace per te pe via della frutta, ma ti capisco, anch'io ho diversi problemi con la frutta fresca... allergie..

@Mirtilla: grazie mille! Alla prossima! :)

cannella ha detto...

Ciao Clarissa, io sono allergica a TUTTA la frutta fresca dalla nascita, è un'allergia di origine genetica, era allergico mio nonno ed ora anche mio nipote, il figlio di mio fratello, lo è. Non posso nemmeno sentirne l'odore; prima non avevo grossi problemi ad evitarla quando mangiavo fuori casa, ma ora che la frutta si mescola spesso a molti piatti, devo sempre chiedere dettagliatamente gli ingredienti. Col tempo, in anni recenti, ho sviluppato anche l'allergia agli acari, all'ulivo ed alle graminacee; l'allergologo mi ha detto che chi ha allergie dalla nascita, come la mia, è più propenso a svilupparne altre durante la vita.Per acari, graminacee ed ulivo prendo gli antistaminici nei periodi a rischio; la frutta invece semplicemente la evito, cercando però di sopperirla con molta verdura. Un bacione,
Monica

Zirela Blog ha detto...

Proprio bello questo giardino e anche questa torta sembra buonissima con tutta questa frutta.
Scusate il ritardo, ma questi giorni sono stati molto pieni con la nipotina. Ora si va in montagna.

Ciao!
Zazà S

Pippi ha detto...

giardino stupendo...è un sogno!!!!!
la torta è divina e le foto ..... complimenti sono molto belle!! :-)
Pippi