domenica 10 agosto 2008

ORECCHIETTE ALLA LIGURE

Siamo tornati da poco dalla Spagna e l'abbiamo trovata splendida come sempre! Siamo stati a Barcellona a trovare María e Marc e a Zaragoza da Rosa e Jota. Due città stupende dove ce la siamo davvero spassata...
A Barcellona siamo stati a vedere "solo" Montjuïc: da putos guiris già abbiamo visitato la città in lungo e in largo diverse volte. Anche se è sempre una magia passeggiare per quelle strade...



E siamo stati anche a mangiare in un ristorantino nei dintorni che era ormai diventata una leggenda dopo di racconti magici di Damianito... E gli elogi erano davvero meritatissimi!!




y de postre...


E poi via in macchina verso Zaragoza.. e che strane le montagne catalane vero?



A Zaragoza è stata d'obbligo la visita alla Exposición Internacional 2008. Davvero uno spettacolo.








E la sera de tapas per la città...



E poi per concludere in bellezza non potevamo non buttarci nella preparazione di una cenetta italiana per la famiglia di Rosa. Mi dispiace davvero che JR fosse già tornato a Roncal e non abbia potuto apprezzare le nostre orecchiette alla ligure. Naturalmente in Spagna non siamo riusciti a trovare la semola rimacinata di grano duro e nemmeno ci siamo messi a fare il pesto in casa, ma abbiamo trovato una soluzione alternativa. Un trito finissimo di solo basilico ed olio extravergine d'oliva. Così ci siamo limitati a una semplice preparazione delle orecchiette a mano (per dare un tocco di meridione e settentrione insieme) e all'aggiunta dei fagiolini verdi e delle patate. Ed è piaciuta talmente tanto che appena tornati ho rifatto la stessa ricetta, ma utilizzando naturalmente la farina di grano duro ed il fantastico pesto preparato dalla sorellina Mary!!!


Ingredienti per 2 persone
  • 100 gr di semola rimacinata di grano duro
    (Per le persone a cui questa pasta dovesse risultare troppo dura, si possono sempre sostituire 30-40 gr di semola con farina 00)
  • 1/2 bicchiere circa d'acqua tiepida
  • 3 cucchiai di pesto
  • 1 patata media tagliata a dadini
  • 1 pugno di fagiolini verdi privati delle estremità e tagliati in piccoli pezzettini


Preparare le orecchiette amalgamando la semola con l'acqua fino ad ottenre un impasto compatto. Dopo aver lasciato risposare per 10 minuti, formare un salamino molto fine, tagliare piccoli gnocchetti e dare forma alle orecchiette. Ho trovato un bel video in youtube, guardate qui.
Portare ad ebollizione l'acqua per la pasta e cuocere le orecchiette insieme alla patata a dadini ed ai fagiolini tagliati a pezzettini. In una pirofila ammorbidire il pesto con un mestolo di acqua in cui sta cuocendo la pasta. Quando orecchiette, patata e fagiolini saranno cotti, scolare il tutto e aggiungere al pesto. Mescolare bene e servire con un pochino di formaggio grana grattuggiato.

4 commenti:

lamiacucina ha detto...

schönes Video, so muss ich sie auch mal machen.

Zirela Blog ha detto...

unbedingt! natürlich schauen meine orecchiette überhaupt nicht so schön aus, wie die von der Omi aus Apulien... aber ich bin immerhin aus Trentino, ich kann nichts dafür.. :)
Danke fürs Vorbeischauen!
a presto
Clarissa

Anonimo ha detto...

Bellissime foto, complimenti!

Zirela Blog ha detto...

grazie anonimo! ci fa proprio piacere!
ciao